ENG
Roma, Italia / 2023

Museo della scienza di Roma

Foto
Disegni

L’urbanità del quartiere Flaminio a Roma è costituita di una privata morbidezza che dialoga con la natura e con i grandi manufatti monumentali, i grandi oggetti architettonici che ne determinano una parte d’identità: il MAXXI, i vecchi edifici militari abbandonati, lo Stadio Flaminio, l’Auditorium. Proprio di fronte al MAXXI, dentro complesso militare quasi pretorio per forma e orditura, la proposta per il Museo della Scienza ripercorre la lingua e la spazialità della grande infrastruttura seriale, del Palazzo delle Esposizioni di Nervi. I grandi ombrelli lacunari in C.A. si inseriscono serialmente dentro alla maglia quadrata delle mura da conservare, diventando fronte monumentale lungo via Guido Reni, ruotandosi naturalmente verso nord per meglio gestire la luce naturale diffusa interna. Lo spazio interno è una foresta del sapere scientifico, abitata da fluidi di conoscenza, che si dipanano da un’archivio-cervello, che si inserisce come una cupola misteriosa e arcaica nel corpo dei lacunari. Gli spazi d’ingresso e di dialogo con la piazza d’ingresso riutilizzano in parte le vestigia d’ingresso, i timpani, le bucature e le murature dell’edificio esistente, come archeologie senza tempo.

progetto Peluffo&Partners con Studio Azzurro,Prof. Arch. Orazio Carpenzano, Arch. Fabio Balducci, Arch. Paolo Marcoaldi,Compass Engeenering

luogo Roma

superficie 19.300,00 m2

costo 38.600.000,00€

cliente Comune di Roma

concorso Internazionale  2023