ENG
Gianluca Peluffo

Architetto
fondatore di “GianlucaPeluffo&Partners Architetture” nel 2017
co-foundatore di 5+1AA (Italia-Francia 1995-2017)

Dottore in progettazione architettonica
Ricercatore presso la facoltà di Architettura di Genova (2006/2012)
Ricercatore presso Università IULM, Milano, nel campo del dialogo fra Arte e Architettura dal 2012

Dal 2003 Gianluca Peluffo è Benemerito delle Arti e della Cultura della Repubblica Italiana.

 “In these days of omnipresent poverty, blind violence and natural or ecological catastrophes, it seems inappropriate, inopportune and even provocative to speak of beauty.
Almost scandalous.
But that’s precisely why, like the opposite of evil,
beauty lies at the antipodes of the world we live in today.”
François Cheng

“Les hommes et le temps, l’espace, sont faits du même magma”
Maurice Merleau Ponty

Co-fondatore dello studio di architettura 5+1 nel 1995 con cui progetta il Centro Visite e Antiquarium di Acquileia, Il Campus dell’Università di Savona, Il padiglione Wyler Vetta a Basilea, la sede della Direzione del Ministero degli Interni a Roma, il Low Emission Building a Savona, il Retail Park di Assago, Villa Sottanis e il Centro Espositivo di Casarza Ligure, il Blend Building ed il Blend Tower per le Generali a Milan, il Marina Residence a Cotonou (con Peia Associates) e la Torre orizzontale, sede della Fondazione Fiera Milano.
Nel 2005 viene creato 5+1AA.
In questi anni lo studio vince, insieme a Rudy Ricciotti il concorso per il “Nuovo Palazzo del Cinema” a Venice.Nel 2007, viene aperta una sede a Parigi.
Viene sviluppato il Masterplan sulla base del quale Milano si preparerà per EXPO 2015.
Nel 2008 vince il concorso per la sede della Fondazione Fiera Milano, costruito poi nel 2010.
Nel 2009 vince il concorso per la riqualificazione dei Docks di Marsiglia per le Officine Grandi Riparazioni Ferroviarie (OGR) di Torino in cui vine celebrato il 150 esimo anniversario dell’unificazione di Italia.
Nel 2010 vince il concorso per la progettazione del complesso residenziale per le Generali SGR di Milano, inoltre costruisce il “Museo del Giocattolo” di Cormano, la “Torre Orizzontale” a Milano e nuove residenze a San Giuliano di Puglia dopo il terremoto del 2002.
Nel 2011 vince il Philippe Rotthier European Prize for Architecture. Conferito  per la migliore combinazione di attività urbana e integrazione locale, per il progetto Frigoriferi Milanesi. Nello stesso anno vince l’International Chicago Athenae Prize per il miglior progetto globale del 2011 per la “Torre Orizzontale”: una nuova sede della Fiera di Milano.
Nel 2012 viene completato la Nuova sede per l’Agenzia Spaziale di Roma, la Riqualificazione dell’ex Metalmetron di Savona “Ex Officine” e il Progetto Integrato di riqualificazione urbana per la costruzione di residenze sociali a Brescia nel quartiere di San Polo Torre “Tintoretto” per Aler.
Sviluppa in collaborazione con Jean-Baptiste Pietri e Christian Biechier un progetto residenziale per la città di Evry, in Francia, progettano un Masterplan strategico per la città di Palermo in Sicilia, una programmazione urbana e uno studio di settore intorno all’area Grand Paris, un masterplan per lo “Yeni Shenir” di Istanbul e per il “Secteur Étoile” di Ginevra. Vince il premio “Architetture Rivelate” con l’OGR di Torino e il “Trimo Architectural Award” con il progetto di Ex Metalmetron Area a Savona.
Nel 2013 viene costruito il nuovo complesso scolastico di Zugliano e la quarta fase della sede del Ministero degli Interni a Roma. Vince il concorso per la riqualificazione dell’ex area Fitram a LaSpezia ed il concorso per la riqualificazione urbana sede di Marsiglia del Michelet RRG con Carta Associati per Altarea-Cogedim. Nello stesso anno gli viene affidata la riconversione dei Lotti 4 e 9 del Porto di Tangeri in Marocco ed un progetto residenziale a Parigi, inoltre vengono invitati a partecipare a concorsi internazionali in algeria, Germania e Cina.
Nel 2014 vince il concorso per la ricostruzione della Banca di Italia a Roma, gli viene affidato il progetto per la nuova linea tramviaria per Istambul e viene intitato per il nuovo centro logistico Ferragamo a Firenze. Nel marzo del 2014 lo IULM IULM Knowledge Transfer Centre di Milano, concluso nello stesso anno, riceve una menzione speciale nella sezione “best architectures” al AIT AIT Awards ceremony in Frankfurt, Germany. Viene inoltre invitato a prender parte a concorsi internazionali in Algeria, Germania e Cina.
I progetti attualmente in costruzione comprendono il secondo lotto del complesso residenziale e uffici “CM” a Brescia, la nuova sede dell’Autorità Portuale a Savona, la nuova sede BNL-Paribas a Roma e la riqualificazione dei Docks di Marsiglia.
Nel 2015, ha vinto il concorso per il Masterplan a Sokhna “Il Monte Galala” (Egitto) sul Mar Rosso, ha concluso la riqualificazione dei Docks di Marsiglia. Ha vinto la competizione di “Dallara Automobili” per la costruzione di un centro di formazione e mostre a Varano Melegari, Parma.
Ha iniziato a lavorare sul masterplan e sul linguaggio architettonico del progetto “Fouka” in Egitto, sul Mar Mediterraneo.
Nel 2016, ha lavorato per la Città Nuova di Al Alamein, Egitto, per il Ministero delle Abitazioni e le Nuove Comunità Urbane dell’Egitto, come consulente per le Visioni Architettoniche e Artistiche della città.
Con 5+1AA ha concluso a Roma la nuova sede della BNL-Paribas. In quest’anno i Marseilles Docks vincono l’Award del “Best shopping centre” al MIPIM di Cannes. Il progetto ha anche ricevuto il Primo Premio nella categoria “riqualificazione” al The Plan International Awards di Venezia. IULM 6 a Milano ha vinto il primo Gran Premio internazionale attribuito da Casalgrande Padana. Il Plan International Awards ha inoltre premiato il progetto della nuova sede BNL-BNP Paribas a Roma nella categoria “ufficio / impresa”.
Vince the Cityscape Award 2016 in Dubai per il progetto “Il Monte Galala”.
Nel 2017 iniziano i lavori sul sito di “Il Monte Galala”. Viene avviato il progetto di Residenze sociali per disabili a Caldogno, Vicenza, Italia, il progetto per Residenze studentesche a Enna, in Sicilia. Conclude le sedi della Banda di Polizia di Stato a Roma e la nuova sede dell’Autorità Portuale a Savona.

Nel giugno 2017 conclude, dopo 22 anni, l’esperienza con 5+1AA e fonda “Gianluca Peluffo&Partners”, un laboratorio di architettura, urbanistica e arte, dall'”Ombelico del mondo”: Studio Lucio Fontana ad Albissola Marina nella riviera ligure, la riviera del tramonto.

Per la sua attività di ricerca, nel 2003 è stato insignito del titolo di “Benemerito della Scuola della Cultura” del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
È ricercatore presso l’Universtià IULM di Milano, la Facoltà di Lettere, Turismo e Marketing, dove si occupa della relazione tra Arte e Architettura, Architettura e Città, il ruolo dell’architettura pubblica, della bellezza come creazione dello spazio poetico di dialogo tra differenze, la relazione tra architettura, letteratura, poesia e arti visive.
Sono state dedicate al suo lavoro numerose esposizioni: Milano, Roma, Zurigo, Parigi, Londra, Casablanca, e molti altri luoghi.
Dal 1999 ha tenuto centinaia di conferenze in italia e all’estero, Berlino, Londra, Parigi, Zurigo, Ginevra, Marsiglia, Varsavia, Algeri, Cairo, Doha, Choga, Zanbil Dubai

Ha pubblicato:

L’ombelico dei sogni, cura di Alfonso Femia Gianluca Peluffo, Ernesta Caviola, Ante Prima, AAM Editions, SilvanaEditoriale Paris-Milano, 2008,;

5+1AA – Rudy Ricciotti, Il Nuovo Palazzo del Cinema di Venezia a cura di  Alfonso Femia Gianluca Peluffo, Ernesta Caviola Ante Prima, AAM Editions, SilvanaEditorialeParis-Milano, 2008;

Cosa c’è in frigo? What’s in the fridge? Il palazzo dei Frigoriferi Milanesi, a cura di  Alfonso Femia Gianluca Peluffo, Ante Prima, AAM Editions, SilvanaEditorialeParis-Milano, 2009;

La Tour Horizontale, un Enigma Dorato, In the Mood for Love a cura di Alfonso Femia Gianluca Peluffo, Ante Prima, AAM Editions, Arsenale Editrice, San Giovanni Lupatoto;

Officine Grandi Riparazioni, Torino, a cura di Alfonso Femia Gianluca Peluffo, Ernesta Caviola Ante Prima, AAM Editions, Marsilio Editore, Venezia, 2012.

Sul suo lavoro:

5+1. The Shadow of Ideas, a cura di Sebastiano Brandolini, SkiraMilano, 2001,

5+1 Aspettando il disgelo, a cura di Marco Brizzi Mandragora Firenze, 2002.

5+1AA: I quaderni de l’industria delle costruzioni, a cura di  Mario Pisani Edilstampa srl Roma, 2009,

Monograph.It: 5+1AA, a cura di  Pino Scaglione LISt Barcelona, 2009.